Skip to main content

Via dei Novale, 1
30033 Noale (VE)

Lunendì - Venerdì
09:00 / 13:00
15:30 / 19:30
Sabato
09:00 / 13:00

Via dei Novale, 1 30033 Noale (VE)
Lunedì - Venerdì
09:00 / 13:00
15:30 / 19:30
Sabato
09:00 / 13:00

Uzbekistan lungo la via della Seta

Parti per un entusiasmante viaggio di gruppo alla scoperta dell’Uzbekistan, un itinerario capace di unire le due anime di questo Paese in un mix di storia millenaria e avventura esotica. Antichi mercati, maestosi palazzi, mosaici ipnotici e paesaggi affascinanti affasciano ogni viaggiatore da secoli.

Un viaggio insolito, ricco di magia e di atmosfere lontane, in un Paese ancora poco battuto dal turismo di massa dove Samarcanda sembra essere per molti l’unico vago richiamo a qualcosa di noto grazie alla canzone di Vecchioni, capace di dare forma a questo mitico luogo da mille e una notte, lungo la via della seta.

Forse non tutti sanno che…

Perché fare un viaggio in Uzbekistan?  Forse non tutti sanno che l’Uzbekistan vanta alcune delle più straordinarie architetture del mondo. Registan, il cuore dell’antica città di Samarcanda della dinastia Timuride, è un trionfo di mosaici e cupole azzurre, di madrase (le scuole coraniche) e di culture che si perdono nella notte dei tempi. Allo stesso modo il maestoso complesso di Shakhi-Zinda (letteralmente “il re vivente”) a Bukara è punteggiato di affascinanti mausolei riccamente decorati creati in oltre otto secoli di storia.

Le mura della città vecchia di Khiva con i suoi minareti, gli oltre 140 monumenti di Bukhara e lo splendore di Samarcanda con alcune gemme nascoste di rara bellezza raccontano il fatto che le città dell’Uzbekistan sono veri e propri musei a cielo aperto. Ma anche i paesaggi non sono da meno: il deserto di Kyzylkum, con le dune dorate e il Lago Aidarkul sono di una bellezza a dir poco commovente.

Ma un viaggio in Uzbekistan varrebbe la pena anche solo per visitare un mercato uzbeko: una festa per tutti i sensi. Mentre le papille gustative di dilatano nella scoperta di nuovi cibi (preparati a diventare dipendente dal naan), gli occhi non riescono a smettere di correre impazziti da un angolo all’altro, attirati da colori brillanti, mentre olfatto e udito lottano per avere la meglio. Il mercato Chorsu di Tashkent è un caleidoscopio di frutta, spezie, tessuti e artigianato locale capace di trascinare chiunque in atmosfere senza tempo.

E infine loro, gli uzbeki, uno dei popoli più ospitali e amabili di tutto il mondo. I turisti sono sempre accolti con sorrisi calorosi e un interesse genuino. Non è raro infatti che, in cambio di qualche chiacchiera, si venga accolti nelle case e dove vengono imbanditi banchetti improvvisati con dolci locali e deliziosi tè caldi. Se il rispetto e la cortesia sono valori fondanti per gli uzbeki, altrettanto forti sono le tradizioni che li spingono a dare un grandissimo valore alla famiglia, al rispetto per gli anziani e alla conservazione delle loro usanze.

Itinerario di viaggio in Uzbekistan

Lasciati alle spalle la frenesia della vita quotidiana e avventurati alla scoperta dell’Uzbekistan con noi! L’arrivo a Urgench ti accoglierà con un cambio di scenario sorprendente: una città dai tratti fiabeschi il cui centro storico è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. Qui potrai passeggiare tra cupole turchesi, imponenti minareti e addentrarti nella storia di epoche passate tra la Madrasa di Muhammad Amnikhan e il Minareto Kalta Minor. Il giorno seguente attraverseremo il magnifico deserto rosso di Kizilkum, percorso per secoli da mercanti, carovane e nomadi che percorrevano la via che collegava l’Impero Romano con quello cinese. L’impero di Tamerlano andava infatti dal Mediterraneo all’India e questo luogo si trovava proprio al centro del suo regno.

Non mancheranno le viste panoramiche, con splendide soste lungo il fiume Ozus per ammirare la bellezza di questa natura ancora incontaminata, fino ad arrivare a Bukhara, un tesoro dell’architettura islamica dove la Madrasa Chor Minor ti affascinerà: sarai al centro di un crocevia di culture e storie che si sono svolte lungo la leggendaria Via della Seta.

Samarcanda sarà invece la porta di accesso per la scoperta delle tradizioni artigianali uzbeke e della ricchezza del patrimonio culturale di questa città dove la Moschea Bibi Khnaum, la necropoli Shahi Zinda, l’Osservatorio di Ulugbek e la fabbrica della seta ti faranno immergere tra i tesori dell’Asia. Il viaggio si conclude a Tashkent, l’accogliente capitale dell’Uzbekistan dove non mancherà un po’ di tempo per lo shopping: tessuti colorati, tappeti preziosi, ceramiche finemente decorate, caratteristici gioielli, ma soprattutto l’antico tessuto ikat con trame davvero deliziose.


14 Giugno 2023